Ispezione ipotecaria ed ex conservatoria dei registri immobiliari

Buongiorno a tutti,
oggi parleremo della visura ipotecaria che è l’accesso ai pubblici registri per quanto riguarda gli atti immobiliari su quel determinato bene che io sto andando a comprare all’asta ed è importante farla per capire se ci sono trascrizioni pregiudizievoli che io non posso cancellare o che possono rappresentare delle insidie.

Innanzitutto facciamo un passo indietro, cosa sono questi pubblici registri?

Questi pubblici registri che si chiamano ex conservatoria di registri immobiliari oggi agenzia del territorio, sono quei registri pubblici, cioè consultabili da chiunque attraverso una visura, dove praticamente troviamo le trascrizioni che sono gli atti immobiliari che sono soggetti a pubblicità obbligatoria appunto per rendere noto alle parti che intendono acquistare quell’immobile o che intendono ipotecare quell’immobile da cosa è effettivamente gravato tale immobile.

Allora perché fare una visura ipotecaria? E perchE sapere quali sono le trascrizioni del ventennio precedente?

Per un semplice motivo: perché dobbiamo sfatare il falso mito che comprare all’asta poi il giudice e/o il tribunale si dice erroneamente cancella tutto, assolutamente no! Ci possono essere delle insidie molto pericolose che si nascondono dietro alle aste immobiliari, come anche in una compravendita immobiliare, ad esempio una donazione, devo verificare se c’è stata una donazione nel ventennio precedente.

Perché la donazione? Lo abbiamo detto e spiegato in uno dei video precedenti quali insidie possono nascondersi in una donazione. Ma ad esempio ci sono anche delle trascrizioni che magari non sono opponibili alla procedura, ma che comunque non sono cancellabili, non possono essere cancellate dalla procedura quali ad esempio il diritto di abitazione.

Se io ho un diritto di abitazione, chiaramente prima di partecipare all’asta verificherò che non sia opponibile, dunque dato per scontato che non è una trascrizione cancellabile dalla procedura, dovrò io preoccuparmi di cancellarla successivamente per via giudiziale.

Un altro esempio di trascrizione non cancellabile dalla procedura è l’atto di citazione trascritto per quanto riguarda ad esempio il preliminare, quindi una domanda giudiziale.

Ci sono varie domande giudiziali che non sono cancellabili, ma addirittura subentro in certi contenziosi che hanno generato appunto la domanda giudiziale trascritta.

Per cui è importante fare una visura ipotecaria e chiaramente saper leggere una visura ipotecaria, saper interpretare una visura ipotecaria è l’elemento forse più importante da saper verificare e valutare prima di fare una domanda di partecipazione all’asta immobiliare che si sta seguendo.